ann19047-it-ch — Annuncio

Inizia la costruzione delle fondamenta della cupola dell'ELT

27 Settembre 2019

È iniziata la costruzione delle fondamenta dell'ELT (Extremely Large Telescope) dell'ESO nel remoto deserto cileno di Atacama. Una volta completato, il telescopio sarà il più grande telescopio terrestre in funzione, con un peso di 3400 tonnellate. L'ELT è un telescopio riflettore completamente orientabile. Il progetto include uno specchio primario segmentato che misura 39,3 metri di diametro, uno specchio secondario (4,2 metri di diametro) e uno specchio terziario (3,75 metri di diametro). Il telescopio farà inoltre uso di una rivoluzionaria tecnologia di ottica adattiva che aiuterà a correggere le distorsioni dovute all'atmosfera terrestre, rendendo le immagini più nitide di quelle prese dallo spazio. L'edificio stesso avrà una classica forma a cupola e sarà la prima difesa del telescopio contro gli elementi. L'altezza della cupola arriva a quasi 74 metri da terra e si estenderà per 86 metri di diametro.

Dal momento che l'ELT è il più grande telescopio mai costruito fino a oggi, non era facile rispondere alla domanda su dove costruirlo. Sono state verificate alcune possibili ubicazioni in Spagna, Cile, Marocco e Argentina e, infine, nell'aprile 2010, è stato selezionato il Cerro Armazones in Cile. Era il sito ideale grazie a una miscela di diversi fattori geografici che lo pongono in prima posizione - come l'elevazione, il clima e il cielo molto scuro del deserto di Atacama. Il deserto cileno ha anche pochissime precipitazioni (in media 100 mm all'anno), una velocità media del vento di 25 km/ora e pochissimo vapore acqueo nell'aria, rendendolo il luogo perfetto per un'astronomia di successo. Il VLT (Very Large Telescope) dell'ESO è a soli 23 km di distanza, il che significa che molte delle infrastrutture necessarie per costruire e mantenere l'ELT sono già disponibili.

Molte domande sull'Universo sono ancora aperte e l'ELT è ben attrezzato per risolvere questi misteri. Uno dei maggiori obiettivi dell'ELT è trovare e caratterizzare le atmosfere degli exopianeti rocciosi nelle zone abitabili, L'ELT studierà anche la formazione stellare, l'arricchimento di metalli, la fisica delle galassie ad alto redshift, la cosmologia e la fisica fondamentale.

Contatti

Mariya Lyubenova
ESO Head of Media Relations
Garching bei München, Germany
Tel: +49 89 3200 6188
Email: pio@eso.org

Riguardo all'annuncio

Identificazione:ann19047

Immagini

Inizia la costruzione delle fondamenta della cupola dell'ELT
Inizia la costruzione delle fondamenta della cupola dell'ELT
Inizia la costruzione delle fondamenta della cupola dell'ELT
Inizia la costruzione delle fondamenta della cupola dell'ELT