ann19061-it — Annuncio

La Supernova dell'ESO sarà chiusa in gennaio

Torneremo a febbraio con il nuovo programma, nuovi spettacoli e mostre

02 Dicembre 2019

Per poter eseguire i lavori di manutenzione e dedicare un po' di tempo alla preparazione del prossimo anno, il Planetario e Centro visite Supernova dell'ESO rimarrà chiuso durante il primo mese del nuovo anno. Riapriremo sabato 1 febbraio 2020 e non vediamo l'ora di accogliere i nostri visitatori.

In gennaio, il centro non sarà aperto per visite o eventi, né al grande pubblico né a soggetti privati. Saremo chiusi dal 23 dicembre al 7 gennaio, per le normali vacanze invernali, ma successivamente continueremo a tenere chiuso, dall'8 gennaio al 31 gennaio. Le attività riprenderanno sabato 1 febbraio 2020, quando ricominceranno gli spettacoli regolari per il planetario, le visite guidate e i seminari didattici. Non perdete i nuovi spettacoli ed eventi speciali.

Le prenotazioni per gli spettacoli rimarranno aperte online e si può già prenotare tutti gli spettacoli regolari per il planetario e le visite guidate che si svolgono da febbraio a giugno. Il biglietto per uno spettacolo del planetario costa € 5/persona e il biglietto per una visita guidata costa € 8/persona. Per eventi serali aperti al pubblico, consultate il nostro programma, poiché i prezzi variano a seconda dell'evento.

Alla riapertura, a febbraio, vi invitiamo a visitare le novità nella mostra permanente, The Living Universe. Tra queste, alcune telecamere che vi mostrano il vostro aspetto a diverse lunghezze d'onda e la bicicletta relativistica aggiornata in modo da poter ora gareggiare con i vostri amici per vedere chi riesce a raggiungere più in fretta la velocità della luce! L'ingresso è gratuito se volete esplorare la mostra da soli e non è necessaria la prenotazione anticipata.

I visitatori del nostro centro avranno anche un'ultima possibilità di visitare la mostra temporanea Laser, Light, Life — From science fiction to high-tech photonics (Laser, Luce, Vita - Dalla fantascienza alla fotonica ad alta tecnologia). Progettato dalla Facoltà di Fisica della Ludwig-Maximilians-Universität München (LMU), fornisce approfondimenti sulla tecnologia laser dai suoi albori ai giorni nostri e mette in luce le possibilità visionarie per la sua applicazione. La visita alla mostra temporanea è gratuita.

Per coloro che desiderassero organizzare eventi privati presso la Supernova dell'ESO, vi chiediamo cortesemente di inviare richieste solo per eventi posteriori al 10 febbraio 2020. Alla Supernova dell'ESO, ospitiamo due tipi di eventi aziendali: eventi scientifici e tecnologici (conferenze, seminari, colloqui, ecc.) e incontri aziendali di socializzazione. Potete trovare ulteriori informazioni su come prenotare una delle nostre stanze o il Void (lo spazio vuoto), oppure su come richiedere spettacoli al planetario o visite private nella pagina Your Event at ESO Supernova.

Ulteriori Informazioni

Il Planetario e Centro Visite Supernova dell'ESO

Il Planetario e Centro Visite Supernova dell'ESO è un centro astronomico all’avanguardia aperto al pubblico e una struttura educativa. Si trova al quartier generale dell'ESO a Garching bei München. Il centro ospita il più grande planetario inclinato di Germania, Austria e Svizzera e offre una mostra interattiva che racconta l’affascinante mondo dell’astronomia e dell’ESO per stimolare le future generazioni ad apprezzare e comprendere l’Universo che ci circonda. Tutti i contenuti sono forniti in inglese e in tedesco e l’entrata è gratuita per tutto il 2018, previa prenotazione. Per ulteriori dettagli si veda il sito: supernova.eso.org

Il Planetario e Centro Espositivo Supernova dell'ESO è stato reso possibile dalla collaborazione tra l'ESO (Osservatorio Europeo Australe) e l'HITS (Istituto di Studi Teorici di Heidelberg). L'edificio è una donazione della fondazione tedesca KTS (Klaus Tschira Stiftung) e l'ESO gestisce la struttura.

L’ESO Supernova è supportato con orgoglio daL LOR Foundation, Evans & Sutherland, Sky-Skan e Energie-Wende-Garching.

KTS

La Fondazione Klaus Tschira (KTS) è stata istituita nel 1995 dal fisico e cofondatore di SAP Klaus Tschira (1940–2015). È una delle più grandi fondazioni europee non-profit finanziate da privati. La fondazione promuove il progresso delle scienze naturali, matematiche ed informatiche, e mira ad aumentare l'interesse per questi campi. L'impegno della Fondazione inizia nella scuola materna e prosegue nelle scuole, nelle università e nei centri di ricerca. La fondazione sostiene nuovi metodi di trasferimento della conoscenza scientifica e supporta sia lo sviluppo che la presentazione chiara dei risultati della ricerca.

HITS

L'Istituto di Studi teorici di Heidelberg (HITS gGmbH) è stato istituito nel 2010 dal fisico e co-fondatore di SAP Klaus Tschira (1940-2015), e dalla sua fondazione, la Klaus Tschira Stiftung, come istituto di ricerca privato senza scopo di lucro. L’HITS svolge ricerca di base relativa al trattamento, all'elaborazione e all'analisi di grandi quantità di dati nelle scienze naturali, matematiche e informatiche. I temi di ricerca spaziano dalla biologia molecolare all'astrofisica. I soci dell’HITS sono la HITS Stiftung, sussidiaria della Klaus Tschira Stiftung, l’Università di Heidelberg e l’Istituto di Tecnologia di Karlsruhe (KIT). L’HITS collabora anche con altre università, istituti di ricerca e partner industriali. Il finanziamento di base dell’HITS proviene dalla HITS Stiftung, con i fondi ricevuti dalla Klaus Tschira Stiftung. Le più importanti agenzie di finanziamento esterno sono il Ministero Federale per l’Istruzione e la Ricerca (BMBF), la Fondazione Tedesca per la Ricerca (DFG) e l’Unione Europea.

ESO

L'ESO (European Southern Observatory, o Osservatorio Australe Europeo) è la principale organizzazione intergovernativa di Astronomia in Europa e l'osservatorio astronomico più produttivo al mondo. È sostenuto da 16 Paesi: Austria, Belgio, Brasile, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia, Svizzera, Regno Unito, oltre al Paese che ospita l’ESO, il Cile, e l'Australia come partner strategico. L'ESO svolge un ambizioso programma che si concentra sulla progettazione, costruzione e gestione di potenti strumenti astronomici da terra che consentano agli astronomi di realizzare importanti scoperte scientifiche. L'ESO ha anche un ruolo di punta nel promuovere e organizzare la cooperazione nella ricerca astronomica. L'ESO gestisce tre siti osservativi unici al mondo in Cile: La Silla, Paranal e Chajnantor. Sul Paranal, l'ESO gestisce il Very Large Telescope, il suo interferometro d’avanguardia e due telescopi per survey: VISTA, che lavora nella banda infrarossa, e il VST (VLT Survey Telescope), in luce visibile. L'ESO è il partner principale di due strumenti sul Chajnantor, APEX e ALMA, il più grande progetto astronomico esistente. E sul Cerro Armazones, vicino al Paranal, l'ESO sta costruendo l'ELT (European Extremely Large Telescope, che significa "Telescopio Europeo Estremamente Grande"), un telescopio da 39 metri che diventerà "il più grande occhio del mondo rivolto al cielo".

Links

Contatti

Tania Johnston
ESO Supernova Coordinator
Garching bei München, Germany
Email: tjohnsto@eso.org

Oana Sandu
Community Coordinator & Communication Strategy Officer
ESO Department of Communication
Email: osandu@partner.eso.org 

A proposito dell'annuncio

Identificazione:ann19061

Immagini

Un tramonto tempestato di stelle
Un tramonto tempestato di stelle