Immagine della settimana 2012

Subscribe to receive news from ESO in your language!
potw1253 — Immagine della settimana
Whirling Southern Star Trails over ALMA
31 Dicembre 2012: Babak Tafreshi, one of the ESO Photo Ambassadors, has captured the antennas of the Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA) under the southern sky in another breathtaking image. The dramatic whorls of stars in the sky are reminiscent of van Gogh’s Starry Night, or — for science fiction fans — perhaps the view from a spacecraft about to enter hyperspace. In reality, though, they show the rotation of the Earth, revealed by the photograph’s long exposure. In the southern hemisphere, as the Earth turns, the stars appear to move in circles around the south celestial pole, which lies in the dim constellation of Octans (The Octant), between the more famous Southern Cross and the Magellanic Clouds. With a long enough exposure, the stars mark out circular trails as they move. The photograph was taken on the Chajnantor Plateau, at an altitude of 5000 metres in the Chilean Andes. This is the ...
potw1252-it-ch — Immagine della settimana
La solitudine di ALMA
24 Dicembre 2012: Questa visuale panoramica dell'altopiano Chajnantor mostra il luogo del Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA), scattata da una postazione vicino alla cima di Cerro Chico. Babak Tafreshi, un ESO Photo Ambassador,e' riuscito a catturare la sensazione di solitudine che si prova al luogo in cui si trova ALMA, 5000 metri sopra il livello del mare sulle Ande Cilene. Luce ed ombra dipingono il paesaggio, aumentando l'atmosfera ultraterrena del territorio. In primo piano, le antenne ALMA raggruppate insieme sembrano una folla di strani e robotici visitatori all'altopiano. Al completamento del telescopio, nel 2013, ci saranno un totale di 66 di questo tipo di antenne, che operano insieme. ALMA sta gia' rivoluzionando il modo in cui gli astronomi studiano l'universo a lunghezze d'onda millimetriche e submillimetriche. Anche se con una gamma parziale di antenne, ALMA e' piu' potente di qualsiasi precedente telescopio a queste lunghezze d'onda, dando cosi' agli astronomi una capacita' di ...
potw1251 — Immagine della settimana
Paranal and the Shadow of the Earth
17 Dicembre 2012: ESO Photo Ambassador, Babak Tafreshi has taken another outstanding panoramic photograph of ESO’s Paranal Observatory. In the foreground is the dramatic, mountainous landscape of the Atacama Desert. On the left, on the highest peak, is the ESO Very Large Telescope (VLT), and in front of it, on a slightly lower peak, is the VISTA telescope (Visible and Infrared Survey Telescope for Astronomy). In the background, the sunrise colours Paranal’s sky with a beautiful pastel palette. Extending beyond the horizon, the sea of clouds over the Pacific Ocean — which lies only 12 kilometres from Paranal — is visible. Above the horizon, where the sea of clouds meets the sky, a dark band can be seen. This dark band is the Earth’s shadow, cast by the planet onto its atmosphere. This phenomenon can sometimes be seen around the times of sunset and sunrise, if the sky is clear and the horizon ...
potw1250 — Immagine della settimana
The Stars Streak Overhead
10 Dicembre 2012: Although this image might at first look like abstract modern art, it is in fact the result of a long camera exposure of the night sky over the Chajnantor Plateau in the Chilean Andes. As the Earth rotates towards another day, the stars of the Milky Way above the desert stretch into colourful streaks. The high-tech telescope in the foreground, meanwhile, takes on a dreamlike quality. This mesmerising photo was taken 5000 metres above sea level on the Chajnantor Plateau, home of the Atacama Pathfinder Experiment (APEX) telescope, which is seen here. APEX is a 12-metre-diameter telescope which collects light with wavelengths in the millimetre and submillimetre range. Astronomers use APEX to study objects ranging from the cold clouds of gas and cosmic dust where new stars are being born, to some of the earliest and most distant galaxies in the Universe. APEX is a pathfinder for the Atacama Large ...
potw1249-it-ch — Immagine della settimana
Da Antu verso Yepun - La costruzione del VLT
03 Dicembre 2012: ESO quest'anno festeggia i propri 50 anni di vita e per celebrare questo importante anniversario vi mostriamo alcuni sguardi sulla nostra storia. Una volta al mese, nel corso del 2012, una speciale Foto della Settimana "Allora ed oggi" mostra come le cose siano cambiate nel tempo presso gli osservatori di La Silla e di Paranal, nel centro di ESO di Santiago del Cile e nel quartiere generale in Germania, a Garching, vicino a Monaco di Baviera. Il Very Large Telescope (VLT), il fiore all'occhiello di ESO a Cerro Paranal, in Cile, è composto di quattro enormi Unità Telescopiche (UT), ognuno con uno specchio di 8.2 metri di diametro, e quattro telescopi ausiliari mobili da 1.8 metri di diametro. La nostra coppia di fotografie di questo mese mostra un'Unità Telescopica in costruzione, e una al giorno d'oggi. L'inizio dei lavori della cupola della prima Unità Telescopica  (UT1) è visibile nell'immagine storica, ...
potw1248-it-ch — Immagine della settimana
Due cacciatori di pianeti fotografati a La Silla
26 Novembre 2012: Per secoli filosofi e scienziati si sono interrogati sulla possibilità dell'esistenza di pianeti abitabili al di fuori del Sistema Solare. Oggi quest'idea è più che una semplice speculazione: negli ultimi due decenni varie centinaia di pianeti extrasolari sono stati scopertida astronomi in tutto il mondo. Varie tecniche differenti sono usate in questa ricerca di nuovi mondi. In questa inusuale fotografia sono stati catturati nella stessa immagine due telescopi che impiegano due di queste tecniche di osservazione, il telescopio di 3.6 metri di diametro di ESO, con lo spettrografo HARPS, e il telescopio spaziale CoRoT. La fotografia è stata ripresa da Alexandre Santerne, un astronomo che studia lui stesso i pianeti extrasolari. Lo spettrografo High Accuracy Radial velocity Planetary Search (HARPS), il più avanzato cacciatore di pianeti, è uno strumento sul telescopio di ESO di 3.6 metri di diametro. La cupola aperta di questo telescopio può essere vista sulla sinistra di ...
potw1247 — Immagine della settimana
APEX's Icy Companions
19 Novembre 2012: The Atacama Pathfinder Experiment (APEX) telescope — captured in this dramatic image taken by ESO Photo Ambassador Babak Tafreshi — is one of the tools used by ESO to peer beyond the realm of visible light. It is located on the Chajnantor Plateau at an altitude of 5000 metres. Clusters of white penitentes can be seen in the foreground of the photograph. The penitentes (Spanish for penitents) are a curious natural phenomenon found in high altitude regions, typically more than 4000 metres above sea level. They are thin spikes of hardened snow or ice, with their blades pointing towards the Sun, attaining heights from a few centimetres up to several metres. APEX is a 12-metre-diameter telescope that observes light at millimetre and submillimetre wavelengths. Astronomers observing with APEX can see phenomena which would be invisible at shorter wavelengths. The telescope enables them to study molecular clouds — the dense regions ...
potw1246-it-ch — Immagine della settimana
Una fotografia, molte storie
12 Novembre 2012: L'ambasciatore fotografico di ESO, Babak Tafreshi ha catturato una fantastica immagine del cielo sopra l'osservatorio dell'ESO a Paranal, con una grande varietà di oggetti distanti. Il più evidente di questi è la nebulosa della Carena, l'oggetto di colore rosso che risplende intensamente nel centro dell'immagine. La nebulosa della Carena si trova nella costellazione della Carena, a circa 7500 anni-luce dalla Terra. Questa nube di gas luminoso e polveri è la nebulosa più brillante del cielo e contiene molte delle stelle conosciute più luminose e più massive della Via Lattea, come per esempio Eta Carinae. La nebulosa della Carena è un perfetto banco di prova per gli astronomi per svelare i misteri della nascita e della morte violenta delle stelle massive. Per vedere alcune meravigliose immagini della nebulosa della Carena ottenute recentemente dall'ESO, si vedano eso1208, eso1145 e eso1031. Sotto la nebulosa della Carena vediamo l'ammasso Pozzo dei Desideri (NGC 3532). ...
potw1245-it-ch — Immagine della settimana
La costruzione delle residenza di Paranal - Dalla turbolenza alla quiete
05 Novembre 2012: ESO quest'anno festeggia i propri 50 anni di vita e per celebrare questo importante anniversario vi mostriamo alcuni sguardi sulla nostra storia. Una volta al mese, nel corso del 2012, una speciale Foto della Settimana "Allora ed oggi" mostra come le cose siano cambiate nel tempo presso gli osservatori di La Silla e di Paranal, nel centro di ESO di Santiago del Cile e nel quartiere generale in Germania, a Garching, vicino a Monaco di Baviera. Nella coppia di fotografie di questo mese, prese all'osservatorio di ESO a Paranal, nel deserto cileno di Atacama, paragoniamo un animato sito di costruzione, come appariva nel novembre 1999, con il risultato finale al giorno d'oggi: l'edificio dell'osservatorio destinato agli alloggi, conosciuto come la Residencia di Paranal. Immaginate il cambiamento tra allora ed oggi: il rumore metallico dei martelli e dei trapani e il frastuono dei trattori e delle gru hanno lasciato posto alla ...
potw1244-it-ch — Immagine della settimana
Un luogo per svelare i misteri dell'universo freddo
29 Ottobre 2012: Questa magnifica foto panoramica presa da Babak Tafreshi, un ambasciatore fotografico di ESO, mostra gli ultimi raggi di luce solare che illuminano l'altipiano di Chajnantor nel deserto cileno di Atacama. Quest'altipiano è il luogo dove si trova il telescopio Atacama Pathfinder Experiment (APEX), che si può vedere a sinistra dell'immagine. Da questo remoto posto sulla Terra, a 5000 metri di altitudine sul livello del mare, APEX studia l'"universo freddo". APEX è un telescopio di 12 metri di diametro, che osserva la luce a lunghezze d'onda millimetriche e submillimetriche. Osservando con APEX, gli astronomi possono vedere fenomeni che sarebbero invisibili a lunghezze d'onda più corte. Questo telescopio permette lo studio delle nubi molecolari - le dense regioni costituite da gas e polvere cosmica nelle quali nascono le nuove stelle - che sono scure e oscurate dalle polveri se osservate in luce visibile o infrarossa, ma che sono molto luminose a queste ...
potw1243 — Immagine della settimana
Building VISTA, the World’s Largest Survey Telescope
22 Ottobre 2012: ESO turns fifty this year, and to celebrate this important anniversary, we are showing you glimpses into our history. Once a month during 2012, a special Then and Now comparison Picture of the Week shows how things have changed over the decades at the La Silla and Paranal Observatory sites, the ESO facilities in Santiago de Chile, and the Headquarters in Garching bei München, Germany. Since December 2009 the Visible and Infrared Survey Telescope for Astronomy (VISTA) has been mapping the southern sky from ESO’s Paranal Observatory in Chile. Our pair of photographs this month shows the VISTA telescope, during construction and in the present day. The historical image, taken in mid-to-late 2004, shows the telescope’s building under construction. The skeleton of the telescope enclosure is visible on its circular base, surrounded by a temporary cage of scaffolding. VISTA sits on a peak about 1500 metres northeast of Cerro Paranal, ...
potw1242 — Immagine della settimana
From Cosmic Spare Tyre to Ethereal Blossom
15 Ottobre 2012: IC 5148 is a beautiful planetary nebula located some 3000 light-years away in the constellation of Grus (The Crane). The nebula has a diameter of a couple of light-years, and it is still growing at over 50 kilometres per second — one of the fastest expanding planetary nebulae known. The term “planetary nebula” arose in the 19th century, when the first observations of such objects — through the small telescopes available at the time — looked somewhat like giant planets. However, the true nature of planetary nebulae is quite different. When a star with a mass similar to or a few times more than that of our Sun approaches the end of its life, its outer layers are thrown off into space. The expanding gas is illuminated by the hot remaining core of the star at the centre, forming the planetary nebula, which often takes on a beautiful, glowing shape. ...
potw1241-it-ch — Immagine della settimana
Una VISTA prima del tramonto
08 Ottobre 2012: L'Osservatorio Paranal dell"ESO - collocato in Cile nella regione Atacama - e' conosciuto particolarmente per il Very Large Telescope (VLT), piu' importante struttura telescopica. Nonostante cio', negli ultimi anni il sito e' diventato dimora di due telescopi di ricerca all'avanguardia. Questi nuovi membri della famiglia Paranal sono creati per immaginare larghe aree del cielo in poco tempo e profondamente. Uno di loro e' il Visible and Infrared Survey Telescope for Astronomy (VISTA) di 4.1 metri, collocato sulla vetta non lontano dalla cima di Paranal. E' rappresentato in questa bellissima immagine scattata da Paranal da ESO Photo Ambassador, Babak Tafreshi. VISTA e' il telescopio di ricerca piu' largo del mondo ed e' in operazione da dicembre 2009. Nell'angolo piu' basso a destra dell'immagine, la struttura intorno a VISTA appare di fronte ad una catena montuosa che sembra interminabile e che si estende fino all'orizzonte. Quando il tramonto si avvicina, le montagne ...
potw1240-it-ch — Immagine della settimana
Sentinelle dell'emblematico e conico Licancabur sul Chajnantor
01 Ottobre 2012: Questa impressionante immagine panoramica raffigura l'altopiano Chanjantor - dimora del Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA) - con il maestoso vulcano Licancabur sullo sfondo. Sorvergliato da sopra il Licancabur, una foresta glaciale di penitentes in primo piano. I penitentes sono un curioso fenomeno naturale che si trova in regioni di alta quota. Sono punte di neve o ghiaccio duro, con punte affilate rivolte al sole, raggiungendo altezze comprese tra pochi centimetri a diversi metri. Si puo' leggere di piu' a proposito in una precedente foto della settimana (potw1221). Il vulcano Licancabur, con un'altitudine di 5920 metri, e' il vulcano piu' emblematico nell'area di San Pedro de Atacama, in Cile. La sua forma conica lo rende facilmente riconoscibile anche da molto lontano. E' collocato nella parte piu' a sud del confine tra Cile e Bolivia. Il vulcano contiene uno dei piu' alti laghi nel suo cratere di vetta. Questo lago ha attratto ...
potw1239-it-ch — Immagine della settimana
E' prossima la notte di un giorno difficile
24 Settembre 2012: Il tramonto di solito è un segno che un altro giorno di lavoro è finito. Le luci della città si accendono lentamente e la gente torna a casa desiderosa di gustarsi la sera e una buona nottata. Tuttavia, questo non si applica agli astronomi che lavorano ad un osservatorio come l'Osservatorio Paranal di ESO in Cile. Le osservazioni cominciano non appena il sole è scomparso dietro l'orizzonte. Tutto dev'essere pronto prima del crepuscolo. Questa fotografia panoramica ha catturato il Very Large Telescope di ESO (VLT) sullo sfondo di un bellissimo crepuscolo su Cerro Paranal. Le recinzioni del VLT risaltano nell'immagine dato che i telescopi sono pronti per una notte di studio dell'universo. Il VLT è il telescopio ottico avanzato più poderoso al mondo, che consiste di quattro unità telescopiche, con specchi principali dal diametro di 8,2 metri, e da quattro telescopi ausiliari mobili (ATs) da 1,8 metri, visibili nell'angolo sinistro ...
potw1238 — Immagine della settimana
ALMA and a Starry Night — a Joy to Behold
17 Settembre 2012: A crystal-clear sky on any night is always a joy to behold. But if you are on the Chajnantor Plateau, at 5000 metres altitude in the Chilean Andes and one of the best places in the world for astronomical observations, it could be an experience that you’ll remember for your whole life. This panoramic view of Chajnantor shows the antennas of the Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA) against a breathtaking starry night sky. In the foreground, we can see some of ALMA’s antennas, working together. The plateau appears curved, because of the effect of the wide-angle lens used. ALMA is the world’s most powerful telescope for studying the Universe at submillimetre and millimetre wavelengths. Construction work for ALMA will be completed in 2013, and a total of 66 of these high-precision antennas will be operating on the site. At the moment, the telescope is in its initial phase of Early ...
potw1237 — Immagine della settimana
A Timeless Sanctuary in Santiago — The ESO Guesthouse, Then and Now
10 Settembre 2012: ESO turns fifty this year, and to celebrate this important anniversary, we are showing you glimpses into our history. Once a month during 2012, a special Then and Now comparison Picture of the Week shows how things have changed over the decades at the La Silla and Paranal Observatory sites, the ESO facilities in Santiago de Chile, and the Headquarters in Garching bei München, Germany. This month, we are showing a part of ESO that feels almost timeless. After a long intercontinental flight to Santiago, or the night-shifts of an observing run at the telescopes, what could be better than a comfortable staging post at which to recover and rest before the next part of the journey? From the organisation’s earliest years, ESO’s Guesthouse in Santiago has provided just this for visitors to the observatory’s sites in Chile. Our Then and Now photographs this month show the guesthouse lounge, in ...
potw1236 — Immagine della settimana
A Surprising Superbubble
03 Settembre 2012: This colourful new view shows the star-forming region LHA 120-N44 [1] in the Large Magellanic Cloud, a small satellite galaxy of the Milky Way. This picture combines the view in visible light from the MPG/ESO 2.2-metre telescope at ESO’s La Silla Observatory in Chile with images in infrared light and X-rays from orbiting satellite observatories. At the centre of this very rich region of gas, dust and young stars lies the star cluster NGC 1929. Its massive stars produce intense radiation, expel matter at high speeds as stellar winds, and race through their short but brilliant lives to explode as supernovae. The winds and supernova shock waves have carved out a huge cavity, called a superbubble, in the surrounding gas. Observations with NASA's Chandra X-ray Observatory (shown here in blue) reveal hot regions created by these winds and shocks, while infrared data from NASA's Spitzer Space Telescope (shown in red) ...
potw1235 — Immagine della settimana
Night Comes to Paranal
27 Agosto 2012: Imagine that you have just watched a beautiful sunset from the top of Cerro Paranal. As the Atacama Desert silently fades into the night, ESO’s Very Large Telescope (VLT) opens its powerful eyes on the Universe. With this spectacular 360-degree panorama, you can imagine the view that you would have if you were standing there, near the southern edge of the VLT’s platform. In the foreground, the fourth of the VLT’s Auxiliary Telescopes (AT4) is opening. To its left, the Sun has already set over the Pacific Ocean — covered by clouds below the altitude of Paranal, as usual. Across the rest of the platform, the other three Auxiliary Telescopes are seen in front of the large buildings of the four 8.2-metre Unit Telescopes. Finally, the Residencia and other basecamp facilities are also visible a little distance away, near the right-hand edge of the picture. As the night begins, imagine ...
potw1234 — Immagine della settimana
Laser Guide Star Sweeps Across a Starry Sky
20 Agosto 2012: A powerful laser beam from ESO’s Very Large Telescope (VLT) paints the night sky over the Chilean Atacama Desert in this stunning image taken by Julien Girard. The Earth’s rotation during the 30-minute exposure — and the movement of the laser as it compensated for this — is why the beam appears to fan out. This is also why the stars are stretched into curved trails, revealing subtle differences in their colours. The laser is used to create a point of light — an artificial star — by making sodium atoms 90 kilometres up in the Earth’s atmosphere glow. Measurements of this so-called guide star are used to correct for the blurring effect of the atmosphere in astronomical observations — a technique known as adaptive optics. While sufficiently bright natural stars are also used for adaptive optics, a laser guide star can be positioned wherever it is needed, meaning that ...
Risultati 1 a 20 di 53
Mandateci i vostri commenti!
Subscribe to receive news from ESO in your language
Accelerated by CDN77