Scegli la lingua:

Uno Sguardo al Passato -- L'Osservatorio La Silla Prima e Dopo

A Glimpse into the Past — Then and Now at La Silla Observatory (historical image)
A Glimpse into the Past — Then and Now at La Silla Observatory (present-day image)

L'ESO compie cinquant'anni quest'anno, e per celebrare questo importante anniversario vi mostreremo scorci della nostra storia. Una volta al mese per tutto il 2012, una speciale Foto della Settimana comparativa mostrerà come le cose sono cambiate attraverso i decenni agli osservatori de La Silla e del Paranal, agli uffici ESO a Santiago del Cile e al quartier generale a Garching in Monaco di Baviera, Germania.

La nostra prima fermata in questo viaggio attraverso il tempo è a La Silla, il primo sito dove l'ESO abbia mai costruito un osservatorio. La foto storica  fu scattata fra i tardi anni '60 e i primi anni '70 dalla cupola del telescopio da 1.52-metri dell'ESO, che si accese la prima volta nel 1968. Una seconda fotografia scattata al giorno d'oggi, mostra quanto l'osservatorio sia cambiato attraverso i decenni. Si possono esaminare i cambiamenti muovendo il mouse attraverso la fotografia.

Nella foto storica, possiamo vedere il telescopio ESO da 1 metro sullo sfondo a destra, con il Grand Prism Objectif (GPO) che si intravede. Il terzo telescopio in questa foto è il telescopio Schmidt da 1 metro, sulla sinistra ad un livelo più alto si trovano le cisterne d'acqua dell'osservatorio.

Muovendosi attraverso il tempo fino all'attualità, possiamo vedere quanto l'osservatorio La Silla si sia evoluto, con l'aggiunta di telescopi sul sito. I telescopi ESO da 3.6-metri e il francese Coudè Auxiliary Telescope dominano il picco. Il forma angolare del New Technology Telescope (NTT) si intravede a sinistra, vicino alle cisterne d'acqua. La parabola di 15 metri di diametro dello Swedish-ESO Submillimetre Telescope (SEST) scruta l'orizzonte all'estrema destra.

La nuova fotografia fu presa da una posizione leggermente differente dalla cupola del telescopio ESO da 1.52-metri, quindi il GPO è nascosto dal telescopio ESO da 1-metro. La cupola bianca che è appena visibile dietro la parabola da 1 metro è il Danish 1.5-metre telescope. Al centro della foto vediamo la cupola argentata del telescopio da 2.2 metri dell ESO/MPG.

Anche se alcuni telescopi a La Silla, come l'ESO1-metre and ESO1.52metre and the SEST, non sono più in funzione, gli altri sono ancora in primo campo nell'osservazione astronomica. Il telescopio ESO da3.6-metri possiede l'HARPS, il primo macchinario per la caccia agli exopianeti (vedi eso1134 per risultati recenti). L'NTT è stato usato per aiutare a comprendere il motivo per cui si formano le stelle massive ( vedi anche eso1029). Entrambi i telescopi hanno fornito dati vitali che hanno portato alla scoperta dell'accellerata espansione dell'Universo -- una scoperta valsa il Premio Nobel per la Fisica 2011. Il telescopio da 2.2 metri di proprietà ESO/MPG ha anche prodotto una sorprendende quantittà di dati, da meravigliose foto a campo largo, agli studi sulle esplosioni di Raggi Gamma, l'evento più esplosivo nell'intero Universo.

 

Links

Crediti

ESO/J. Dommaget

Bookmark and Share

A proposito dei confronti d'immagine

Identità:potw1201a
Data di pubblicazione:martedì 03 gennaio 2012 15:00:00

Immagini