eso0937it-ch — Comunicato Stampa Organizzazione

La GalileoMobile inizia il suo viaggio in Sudamerica

L’educazione astronomica fa un tour attraverso le Ande

05 ottobre 2009

Oggi inizia il progetto GalileoMobile, una spedizione di due mesi mirata a portare la meraviglia e l’entusiasmo per l’astronomia ai giovani in Cile, Bolivia e Peru’. Un gruppo di astronomi ed educatori sostenuti dall’ESO e partners viaggera’ attraverso la regione delle Ande a bordo della GalileoMobile, proponendo attivita’ astronomiche quali workshop per studenti e feste a tema stellare per il pubblico. Dei cineasti professionali produrranno un documentario multilingue durante il percorso, catturando le emozioni della scoperta attraverso la scienza, la cultura e il viaggio.

La GalileoMobile e’ un Progetto Speciale dell’Anno Internazionale dell’Astronomia 2009 (IYA2009), che e’ una celebrazione globale che commemora il primo utilizzo di un telescopio per vedere l’Universo da parte dell’astronomo Italiano Galileo quattrocento anni fa. Il progetto promuove l’educazione scientifica di base attraverso l’astronomia, visitando scuole e comunita’ che hanno accesso limitato a programmi di comunicazione scientifica. La GalileoMobile provvedera’ attivita’ hands-on e materiale educativo offerto da partner internazionali.. Il van e’ completamente equipaggiato per offrire uniche opportunita’ di osservazione del cielo a giovani studenti e altre persone locali, con feste ‘stellari’ di notte e osservazioni del sole di giorno. Il team usera’ vari strumenti, inclusi i maneggevoli Galileoscopi dell’IYA2009, che saranno donati alle scuole dopo le visite. Il progetto GalileoMobile mira a incoraggiare l’interesse per l’astronomia e la scienza, e a scambiare diverse visioni culturali del cosmo, stimolando la curiosita’, il senso critico, e lo stupore per l’Universo e il nostro pianeta.

L’iniziativa e’ capeggiata da un entusiasta gruppo di studenti di dottorato Latinoamericani e Europei dell’European Southern Observatory, la Societa’ Max Planck, l’Osservatorio dell’Universita’ di Monaco di Baviera e l’Osservatorio dell’Universita’ di Stoccolma. Questo programma educativo itinerante vuole raggiungere circa 20000 persone  nel corso di otto settimane in Ottobre e Novembre 2009, per un totale di 5000 chilometri. Il viaggio avra’ luogo soprattutto attraverso l’Altipiano tra Peru’, Bolivia e Cile, che e’ tra le regioni piu’ povere di questi Stati.

Il Sud America e le Ande sono stati scelti per parecchie ragioni. IYA2009 ha gia’ una forte presenza nella regione attraverso contatti nazionali, inclusi tre progetti Cornerstone IYA2009:
Developing Astronomy Globally, Universe Awareness e il Galileo Teacher Training Programme, che sono tutti partner officiali del progetto. La maggior parte della popolazione in Peru’, Bolivia e Cile parla la stessa lingua, lo Spagnolo [1], e ha un ricca eredita’ astronomica che risale agli Inca pre-Colombiani e alle civilizzazioni Tiwanaku che vivevano sull’Altipiano. Inoltre l’altitudine della regione e la qualita’ dei suoi cieli per osservazioni astronomiche l’hanno resa un candidato ideale per il primo viaggio della GalileoMobile.

L’avventura inizia oggi, 5 Ottobre 2009, ad Antofagasta, in Cile, con una inaugurazione aperta al pubblico alle ore 19:00 nella piazza  Berta González presso l’Universita’ Cattolica del Nord. L’evento, che includera’ osservazioni del cielo notturno, e’ organizzato dall’ESO in collaborazione con Explora II Region e l’Istituto di Astronomia dell’Universita’. Da Antofagasta la GalileoMobile puntera’ verso Nord, attraverso La Paz, in Bolivia, e avanti fino al Peru’. Il viaggio di ritorno ad Antofagasta si svolgera’ via la strada costiera Panamericana, e passera’ vicino alla sede uno degli osservatori piu’ avanguardia dell’ESO, il Very Large Telescope, presso il Cerro Paranal. Il coordinatore di Educazione e Divulgazione dell’ESO in Cile, Laura Ventura, assistera’ il team della GalileoMobile man mano incontreranno comunita’ nei deserti del Nord del Cile.

La GalileoMobile e’ una iniziativa meravigliosa, e un’unica opportunita’ per rinforzare attivita’ educative nel nord el Cile e negli Stati vicini. Promuovera’ una maggiore consapevolezza dell’astronomia e della scienza”  dice Ventura “Non vediamo l’ora di aiutare i membri del progetto GalileoMobile ad ottenere un enorme successo”.

I membri della squadra GalileoMobile faranno una cronaca di questa splendida spedizione astronomica scrivendo sui Blog Galileo Mobile e Cosmic Diary, un blog-cum-journal che e’ a sua volta uno dei progetti Cornerstone dell’IYA2009. Inoltre manterranno un feed Twitter e una pagina Facebook. Infine durante il tour il team sara’ in comunicazione con giornali, siti web e stazioni televisive nazionali, e sara’ accompagnato da una troupe televisiva che produrra’ un documentario multilingue sulla spedizione.

Il coordinatore del progetto  Philippe Kobel conclude: “Speriamo che mostrando l’emozione della scoperta astronomica e la diversita’ e ricchezza delle tradizioni sudamericane, il Progetto GalileoMobile incoraggera’ un senso di ‘unita’ sotto lo stesso cielo’ tra persone di diverse culture ed esperienze.

La GalileoMobile e’ promossa  dall’European Southern Observatory (ESO),  che e’ ospitata dal Cile e fa parte del Segretariato dell’Anno Internazionale dell’Astronomia (IYA2009) , la Societa’ Max Planck (MPG/MPE/MPA/MPS), NORDITA, la Regione Molise e la  Optical Society of America.

Note

[1] Per facilitare l’accesso a siti remoti e  incrementare la comunicazione e la traduzione nei linguaggi nativi non spagnoli, come il Quechua e l’Aymara, studenti di universita’ locali o educatori si uniranno alla GalileoMobile di tanto in tanto.

Ulteriori Informazioni

L’ESO (European Southern Observatory) è la principale organizzazione intergovernativa di Astronomia in Europa e l’osservatorio astronomico più produttivo al mondo. È sostenuto da 14 paesi: Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Olanda, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera e Gran Bretagna. L’ESO mette in atto un ambizioso programma che si concentra sulla progettazione, costruzione e gestione di potenti strutture astronomiche da terra che consentano agli astronomi di fare importanti scoperte scientifiche. L’ESO ha anche un ruolo preminente nel promuovere e organizzare cooperazione nella ricerca astronomica. L’ ESO gestisce tre siti unici di livello mondiale in Cile: La Silla, Paranal e Chajnantor. A Paranal, l’ESO gestisce il Very Large Telescope, l’osservatorio astronomico nella banda visibile più d’avanguardia al mondo. L’ESO è il partner europeo di un telescopio astronomico rivoluzionario, ALMA, il più grande progetto astronomico esistente. L’ESO sta pianificando al momento un Telescopio Europeo Estremamente Grande ottico/vicino-infrarosso di 42 metri, l’E-ELT, che diventerà “il più grande occhio del mondo rivolto al cielo”.

Links

Contatti

Dr. Martin Steinacher
ESO Science Outreach Network
Tel.: +41 31 324 23 82
E-mail: martin.steinacher@sbf.admin.ch

Laura Ventura
ESO
Santiago, Chile
Tel.: +56 2 463 3265
Cell.: +56 9 9829 4202
E-mail: lventura@eso.org

Philippe Kobel
Galileomobile Project Coordinator
Tel.: +41 76 417 23 91
E-mail: kobel@mps.mpg.de

Questa è una traduzione del Comunicato Stampa dell'ESO eso0937.

Sul Comunicato Stampa

Comunicato Stampa N":eso0937it-ch
Legacy ID:PR 37/09

Immagini

Roadmap for GalileoMobile expedition
Roadmap for GalileoMobile expedition
soltanto in inglese
The GalileoMobile expedition team
The GalileoMobile expedition team
soltanto in inglese

Video

About the GalileoMobile expedition
About the GalileoMobile expedition
soltanto in inglese

Vedere anche