E-ELT (European Extremely Large Telescope)

Il più grande occhio del mondo rivolto al cielo

I Telescopi Estremamente Grandi sono considerati, in tutto il mondo, una delle più alte priorità dell'astronomia da terra. Aumenteranno grandemente le conoscenze dell'astrofisica, consentendo studi dettagliati di oggetti quali i pianeti intorno ad altre stelle, i primi corpi celesti dell'Universo, i buchi neri supermassicci e infine della natura e dellla distribuzione sia della materia oscura che dell'energia oscura che dominano l'Universo.

Artist impression of the E-ELTDalla fine del 2005 l'ESO ha coinvolto la propria comunita' di astronomi e astrofisici europei allo scopo di definire le caratteristiche del nuovo telescopio gigante necessario entro la metà del prossimo decennio. A partire dal 2006 più di cento astronomi di tutti i paesi europei hanno collaborato con gli uffici progettuali dell'ESO per creare un concetto nuovo di telescopio, nel quale vengono anche tenuti nella dovuta considerazione performance, costi, programmi e rischi.

Questo rivoluzionario progetto concettuale chiamato E-ELT (che sta per European Extremely Large Telescope, cioe’ Telescopio Europeo Estremamente Grande) prevede un telescopio a terra con uno specchio primario di 39 metri e sarà il più grande telescopio ottico/vicino-infrarosso del mondo: "il più grande occhio del mondo rivolto al cielo".

Scienza con E-ELT

Con l'inizio delle operazioni previsto all’inizio della prossima decade, l'E-ELT affronterà i più grandi problemi scientifici dei nostri tempi e mirerà ad arrivare a un considerevole numero di primati, fra cui il rintracciare pianeti simili alla Terra nelle "zone abitabili", cioe’ quelle che permettono la formazione della vita, intorno ad altre stelle – uno  dei “Sacri Graal” dell'astronomia osservativa moderna. Effettuerà anche studi di "archeologia stellare" nelle galassie vicine e darà contributi fondamentali alla cosmologia, misurando le proprietà delle prime stelle e galassie e investigando la natura della materia oscura e dell'energia oscura. Inoltre, gli astronomi si stanno preparando anche a qualcosa di inaspettato – infatti nuovi e imprevedibili quesiti sorgeranno sicuramente dalla nuove scoperte fatte con l'E-ELT.

Scopi scientifici

Telescopio ottico/infrarosso polivalente di grandissima apertura. Alcune aree scientifiche: galassie ad alto redshift, formazione stellare, esopianeti e sistemi protoplanetari.

In questa tabella si trovano alcune indicazioni per saperne di più: